Qui mi sembra che l'unica persona, fra noi due, che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni, sono sempre io, la stessa persona che poi, prima o poi, ti menerà.

15 novembre 2010

come back

sono quasi pianta stabile a S,
inizio quasi e vagamente a socializzare,
non pensavo che costruirsi una vita (di nuovo) fosse cosi difficile.
in questi giorni d'esplorazione ho vagato senza ipod per la città cercando una sorta di familiarità per poterla chiamare in seconda persona singolare.
ho la mia nuova stanza, i miei nuovi coinquilini,mia nuova universita.
c'è qualcosa di affascinante nel cominciare da zero,
imparare dagli errori precedenti,
e mostrare alla gente soltanto il lato migliorato di me stessa.
mi piace.
se c'è qualcosa di cui sento la mancanza sono le serate romane,
la musica tecno,
l'hardcore
l'ambientaccio
le pillole.
forse forse è anche meglio stare lontani dalla vita gabberina per un po.
ho nostalgia delle battute tira e molla con le mie amiche-colleghe di studio,
di visi che non rivedro piu quotidianamente.
mi sento un po sola.
non mi piace.
sono giorni che continuo a sognare il mio terzo ed eventuale tatuaggio
chissa perche.
ho sognato di mettere pace ad una diatriba eterna con la ragazza di mio fratello,
di chiarire una volta per tutte una brutta e lontana storia con mio padre,
di aprire completamente anima e corpo al mio Lui.
il mio subconsio vuole scaricarsi di tutti i pesi che ha addosso.
chissa perche proprio adesso.
per la dieta e contorni vari
non ci sto pensando
ingrasso e dimagrisco ad alternanza yo-yo.
e l'altro giorno mi sono vergognata facendo sesso.
non mi era capitato mai.
diamine.
concludo questo post un po a caso,
mi scuso per l assenza,
vado a leggervi subito.
un bacio
mariana.

4 novembre 2010

Censured

VITA NUOVA.
lasciando dietro le spalle stronzate varie di diete e altro,
sono in S.
questa città mi ha tolto tutta la paranoia e il tedio dei giorni passati.
Tranquillità,
niente piu festini droga e tecno per un pò.
Vivo in una casa con altre 8 ragazzi,
c'è sempre una gran confusione, ma di quelle genuine.
Mi mancava.
L'universita va benissimo solo dopo 3 giorni di lezioni,
posso immaginare quando inizierò a prendere confidenza con l'aria.
Sono piu vicina al mio Lui,
e quando c'è lui la smetto di essere una fottuta masochista.

mi scuso per l'assenza ma era per una buona causa.

Va tutto bene.
ed è da tanto che non me lo sento dire.



18 ottobre 2010

Leggere non è sempre una buona idea.


Ogni volta che mi sento persa in questo mondo
rileggo le mie pagine sulle varie moleskine.
E fare dei tuffi nel passato mi fa capire un po di piu come ero, come sono, e le differenze tra le due me.
Questa volta sono rimasta sbalordita da come la mia mente sia diventata ARIDA.
Vivevo in un mondo dove la risposta non era un fottuto benzene ma semplicemente 42.
Ho dimenticato quanto sia
sconcertante arrendersi ad un male improvviso,
e quanto sia sleale flirtare con le polveri bianche,
anche quando i bastoni che dovrebbero sorreggerti nella vecchiaia sono di legno marcio.
Ogni mattina lascio entrare la luce dalla finestra per svegliarmi meglio,
ma continuo a chiedermi se sia della lunghezza d'onda giusta perla mia pelle.
Sono osservazioni che non conosco piu,
e girando indietro gli occhi
come in uno svenimento,
osservo a bocca aperta la landa deserta che è diventata la mia mente,
deserta e arida, con qualche cactus egoista , e un po di polverone rotolante.
Dove sono finita io ,
con la mia immaginazione
con i miei mille sogni
e le mie ambizioni.
Immersa in un coma dove a 23 anni la vita mi sembra molto piu che decisa
e la strada che ho preso non mi sta a genio.
Ma non so scrivere
non so disegnare
non so parlare
non so vendere.
Sono un ordinaria studentessa che gioca alla tossica dalla mente incompresa e incasinata.
E rendersi conto della mediocrita della mia persona gia rispetto a poche pagine fa
mi disgusta.
Ed è ancora piu pazzesco avere persone attorno che,senza infamia,ti ricordano quanto siano andati buttati nel cesso i tuoi sogni.
Chissa poi, come mai
i conti con le calorie mi escono bene,
e quelli per l'atropina nel collirio sfasano sempre.
Sognavo solo un futuro oltre le crisi depressive dietro ad un bancone di una farmacia.
Forse è tempo di smettere di sognare,
e le mie stesse parole me ne danno segno.
Cerco di darmi una risposta a domande che dovrei smettere di pormi ogni santa sera di questa settimana infernale,
pensando anche ad un perche la mia maglia preferita comprata a budapest abbia deciso di giocare a nascondino con me proprio adesso.
E poi non mi si dica che io perdo le cose.
Torno nel mio

"Coma" di Pendulum.

Buonanotte bimbe mie.
Baci distratti.

26 settembre 2010

5 minuti

5 minuti per dire


-grazie a Fiamma e Vortice
che mi regala un posto di tanto in tanto;
-grazie ad alcune di voi che leggo sempre senza commentare perche non saprei che dire
ma di danno tanto anche con le loro parole;
-la bilancia ancora la compro, quindi un ancora di salvezza c'è;
-sono stata biondo platino per 5 giorni,posterei una foto ma il mio blog è ancora pubblico;
-inizio ad ignorare tutto cio che potenzialmente mi fa stare male, con un semplice "fanculo",
-con Lui siamo nel bel mezzo del limbo, ma sempre melgio dell'inferno;
-e l'universita.. boh.

e fuori piove,
ma piove come se fosse fine aprile, con un po di luce qua e la,
ed è una pioggia piacevole da vedere e da sentire.
Ho riniziato palestra e Hip Hop,che mi dara una mano nei miei millemila complessi.

Vi lascio cosi,
con un post davvero poco poetico
sperando che stiate bene.
love ya.



23 settembre 2010

So, Hey, wow, fuck you.



Esame passato con un 20 di cui poco andare fiera, ma io prima mi tolgo di torno questa facoltà e prima inizio a vivere, dio mio.
Leggo che la maggior parte di voi ha iniziato le lezioni , al lieo o universita ch siano, e mi sento ferma, devo dare esami e sto pensando a tutt'altro.

Passati 4-5 giorni a da Lui, nella sua città,
io amo il nord.
Avrei potuto scrivere un libro su queste giornate:
come farsi amare e odiare in poche ore.
Momenti di risate alternati a pianti e folli ragionamenti davanti ad un aperitivo
con chissaquantecalorie, poi.
Non si è risolto nulla se non sentirmi dire in faccia:

"Io non ci sto con i tuoi
-non mi sposero mai per evitare di mandare tutto a puttane,
con i tuoi
-fanculo
e con tutto il resto del tuo repertorio da ragazzina in piena fuga.
Fingere che i problemi non ci siano non fa sparire i problemi.
Io sono innamorato di te, e di tutto quello che i gira attorno,
ma tu sei instabile,
mi hai fatto passare un mese di merda,
e torni da me ubriaca e piangente
alle 2 della notte
continuando a non sapere che cazzo fare di noi.
io cosi non ci sto.
Tu pretendi troppo sai?
io non so che fare con te.
So solo che non ci sto
e che pensare che le nostre vite siano incompatibili non fa che diminuire le nostre possibilita.
Basta fare la ragazza tormentata.
Basta cazzo."

eh pare facile.

non so che pensare sinceramente.

anyway
è da un po che non tocco tossicità.
e è da un po che non mi peso.
mi piacerebbe avere piu controllo su questo,
sto meditando di comprare una bilancia.
medito medito.
l'importanza è non cadere nel turbine.

nel frattempo a casa sono tutti felici per questo schifo di esame che mi son buttata alle spalle, tutti illusi che tra me e Lui vada a meraviglia,cosi si tolgono il dubbio della mia omosessualità,
insomma
da qualcuno ho pur imparato a fingere che i problemi non ci siano.

Un bacio a voi,
Mariana
semplicemente stanca di chiedersi in continuazione " come va".

15 settembre 2010

14 settembre 2010

Hold on baby.



Ho tentato di fare un esame scritto.
3 esercizi, di cui so per certo di averne sbagliato completamente uno.
e rischio di non essere ammessa all'orale.
Perche in questa dannata facoltà non ci è dato margine di errore,
non interessa loro il procedimento ma soltanto il risultato esatto fino alla terza cifra dopo la virgola.
Pretendono perfezione.
E sembra che Dio abbia un senso dell'umorismo abbastanza discutibile
far ritrovare un'eterna imperfetta,dannata per la perfezione
in un ambiente in cui l'errore non è comtemplato.

fuck it.

Non ho detto a mia madre dell'esame,
non voglio doverle dire: non l ho passato, di nuovo.
è da marzo che non sostengo un esame,
che cazzo succede dico io.

Vedo le mie amiche che vanno avanti, fanno esami, si laureano,e in tutto cio riescono anche ad avere una vita sociale abbastanza piena,
ed io che resto qui ferma e le guardo vivere.
Tutto il mondo corre
e io sono ferma.

E il peso non scende e ci sono giorni in cui non esco di casa perche mi sento a disagio,
e oggi ho fumato la mia prima sigaretta da gennaio.
Curioso che cerco di smettere con le sigarette
mentre tutti gli altri vizi sono ancora qui.

Mi sento sola, a volte.Altre mi sento troppo piena.
Non ci sono giorni a metà.

E oggi è una giornata vuota,
e l'unico modo per riempirlo è stato
una sigaretta dopo 8 mesi
e un taglio dopo 2 anni.

shit.



10 settembre 2010

LUI


Questa casa mi riporta alla mente lui.
Il suo fumetto,
i suoi dadi rubati alla vicina
il suo libro
il suo film
il nostro letto.

e mi sembra di aspettarlo ancora, come se da un momento all'altro dovesse suonare il campanello.

Abitava di fianco a me,
storia contorta, ma ala fine ci mettiamo insieme,è l unico che riesce a darmi fermezza in questo caos della mia mente.unico problema: piu di 600 km di distanza.una continua attesa di poter prendere quel treno.poi arriva l estate, e succede cio che sta scritto al post "resoconto di una giornata di mezza estate".

e io sono l'idiota per non di re troia che lascia il suo lui per una mezza scopata con un altro.
e ancora riesco a spiegarmi quel gesto.
che cazzo pensavo?
e perche piango solo adesso?

e perche ora lo chiamo ubriaca e piangente dopo una serata col sorriso con gli amici?

non mi odia,nonostante tutto.
non so se lo amo ma gli voglio un bene dell'anima.
e mi sento sempre meno parte della categoria di persone destinate all'anima gemella( vedi post "ho smesso di correre perche mi sono rotta un dito").

-non si aggiusterà mai.
-dici sul serio?
-ma tu hai capito perche sei scappata?e hai idea del perche non dovrebbe succedere mai piu?
-...

no, non ne ho idea.
mi serve tempo
ma sono sotto esame,diamine.

c'è che mi dice che ho fatto un casino,
chi no,
chi dice che se l'aspettava,
perche io sono cosi (instabile con deficit d'attenzione)
chi dice che me lo dovrei riprendere
e chi no.

e io voglio tutto e non voglio niente.
e torno a casa e mi sento sola.
e non ho la minima idea di che cazzo fare.

ma vaffanculo,
poi che uno non si droga.

6 settembre 2010

Back in Rome.





Restare bloccati nel traffico,
respirare l'odore della città,
notare strutture nuove che crescono a vista d'occhio
rendendo il paesaggio camaleontico,
la folla
la confusione
gli autobus
il rumore
la metro
i bip
le solite facce
le solite strade

e gli

"ao,guarda n po cchi c'è! ciao ci! ".

Voglio sempre fuggire
ma

Non ci prendiamo per il culo
io questa città la amo.

5 settembre 2010

noia.

Apatia e paranoia,
solo questo in questi giorni.

Domani torno a Roma,
e ritorno alla mia vera vita.

Attendo con ansia la partenza dell'autobus.
Non ne posso piu dell'infermità che mi da questo posto.

2 settembre 2010

C'è sempre un inizio



Scrivo un po a caso stasera.
Perche mi sento sola, accompagnata da un pacchetto di pavesini e delle patatine fritte dritte nello stomaco,date le crisi autocompulsive da noia.
Non mi va di postare millemila immagini su tutto quello che mi mangerei adesso,
ne tantomeno quello che riuscirei a fumare-ingoiare-sniffare-bere per non pensarci.

Mi va di parlare di
COME INIZIò TUTTO QUESTO?

Ci pensate e riflettete a come siete finite a tagliarvi-vomitare-digiunare-drogarvi-suicidarvi e tutto il resto?

IO
non mi ricordo affatto quando iniziai a tagliarmi, credo che l'autolesionismo stanziava in me da sempre e anche adesso credo sia presente in forma latente.

IO
ho un immagine sfocata di me che vomito patatine nel cesso ed ero contenta di questa scoperta.risale a 7 anni fa.Vedevo un telefilm con mia madre, mangiavo patatine, poi mi alzai con tutta calma, vomitai, e tornai a sedere sulla poltrona come niente fosse, con una calma inaudita e fredda.Da paura.

IO
ricordo che entrai a sorpresa a casa di un amico di università che,svogliatamente, senza nemmeno guardarmi in viso perche stava cucinando,
mi disse che se volevo farmi una botta di ketamina, l'avrei trovata sul tavolo in camera.Ed io altrettanto svogliatamente me la tirai su.In un gesto, automatico e freddo.

E mi ritrovo importanti cicatrici alle braccia,gambe,inguine.
E mi ritrovo una mattina d'inverno a parlare con il mio allora ragazzo di bulimia.
E mi ritrovo in un rave a cercare droga di straforo alla mia amica Fra.

...wow...

e voi bamboccie mie,
voi come vi siete ritrovate?

baci scombussolati.




24 agosto 2010

Quando sono ubriaca mi faccio i piercing da sola.

Continuamente smossa da correnti di persone a destra e a manca,
l'estate è finita ma non vuole lasciarmi andare,
accasata per la febbre mi drogo di tachipirine per uscire la sera e sembrare sana sotto gli occhi dei miei.
Ingrassata di un chilo e dimagrita di tre, l'effetto yoyo è sempre con me
e la voglia di entrare in quele maledette gonne e pantaloncini i jeans che non indosso da anni si fa sentire.
Ma non ho voglia della bulimia,
mi sono rotta il cazzo della bulimia.
La bulimia mi odia.
E a me non piace la compagnia di essenze che mi odiano.
Non mi va di abbracciare nessuna filosofia,
non mi piace la catagolazione umana,
diamine in fondo siamo menti aperte e superiori no?

Ubriaca come ero, stava nascendo un altro piercing, il decimo , all'ombelico.
Ma qualcosa è andato stortissimo e mi son ritrovata a guardare un pezzo di metallo che entra nella mia pelle ma non esce dal lato opposto.
Oltraggio, sono indispettita dal mio ombelico.
E lo sfogo sul dolore, e la trasformazione dell'autolesionismo in qualcosa di estetico questa volta è andata a male.
Non so, forse mancava il fattore droga.
Fatto sta, che rimango a quota nove( e momentaneamente mezzo).

Una psicologa mi disse di incalanare le mie energie in qualcosa di piu costruttivo.
Chissa cosa voleva dire,
diplomata quasi a pieni voti al liceo classico,
studio Farmacia in regolissima con gli esami ,
giocavo a pallavolo a livello agonistico,
ballo hip hop a tratti,
e corro tempo e salute permettendo un ora al giorno.
Mia signorina psicologa, io penso di essere gia costruita e di avere sbocchi e sfoghi ovunque.
Ma semplicemente non basta.

Nel frattempo il libro di Farmacognosia prende polvere
e io penso sempre di piu che la mia strada sia
LA FISICA QUANTISTICA.


e oggi niente immagini per voi, solo un post scanzonato
e un abbraccio a chi mi segue.
love ya.


19 agosto 2010

Random su Radium.

Qualche giorno di Puglia,
tanto sole, tante feste, ma sempre qualcosa che manca.
Nei miei ambienti c'è musica assordante, c'è trans da stupefacenti, non balli di san vito che ti passa, o tarante varie.

Questione di habitat.

L'estate è finita ma le mie pile sono ancora scariche, come si fa?
Gli esami a settembre si avvicinano, ma sui libri c'è la polvere.
E non vedo l'ora di tornare alla vita da fuorisede per autogestire il mio cibo,il mio ciclo circadiano, quello che si presuppone essere la mia vita.
Continuo a sognare un futuro che non si avvera mai,
e voglio sperare che questa io indipendente dal mondo girovagante per Berlino masticando un perfetto inglese-tedesco sia solo immaginaria per colpa del mio voler far tutto e subito e non per la mia incapacita di agire.
Diamine se dovessi scoprire di essere un inetta a vivere potrei anche suicidarmi di overdose.
O magari un colpo netto alla testa magari cosi i miei organi si salvano dal veleno e vanno a salvare altre vite.

bah.pensieri volanti.

Ho fatto la conoscenza di un cane dagli occhi bicolor e si è scatenato un impulso chissa dove nella testolina e voglio un cane.
Ma sapete i miei sono troppo impegnati a reprimere la mia persona per capire che un cane in mezzo la campagna non crea nemmeno problemi di spazio.
aaa-

Ho fatto un giro veloce tra i post di chi mi segue, ma troppo veloce per capire bene.
vi lascio con la promessa di trovare del tempo decente da dedicare a voi.

E scusate, prima o poi un post lineare lo pubblico.
Baci Bimbe.


ps.
sulle note di dj Radium mi è tornato in mente che fare sesso con un tuo parente di 3 grado puo anche essere divertente, ma ad un certo punto il cuore vuole anche la sua parte.


8 agosto 2010

ragazza imperfetta, è il suo turno, prego.

Avevo scritto tutto un altro post, ma poi mi sono infervorata scrivendo.
pubblichiamo solo la nuova versione va:
resoconto di questi giorni:

mostri alimentari: questa settimana non so nemmeno chi siano.
tossicita: minimi storici.
casa: i miei non nutrono dubbi.
amore: no grazie,oggi neanche sesso.

tirando le somme: va bene.
oddio va cosi bene che quasi mi annoio.


come non detto,
mi è balenato in mente che stasera c'è un super festone tecno al giardino della villa di una mia amica.
e io sono l'ospite d'onore, ovvio.
vedete? io ci provo a fare la bella e brava ragazza, ma maledetto il mondo,
non mi si lascia in pace.
e io sono troppo debole per lottare contro il richiamo di un ambiente dove tutti i vizi di corpo e mente sono stramaledettamente facili da saziare.

Sarebbe tutto piu semplice se la mia vita fosse normale,
se io non fossi cosi pigra e avessi la media del 30,
se io non fossi una mezza bisessuale ma stessi con un ragazzo per sempre,
se io non fossi cosi egoista da perdere quasi tutte le persone che mi girano attorno,
se io non fossi bulimico-anoressico-echissachealtro e mangiassi senza problemi,
se io non fossi una tossica e la smettessi di passare meta delle mie giornate fatta,
se io non fossi un ex autolesionista e le mie braccia fossero intatte,
se io non fossi cosi incosciente da passare la notte con degli sconosciuti pur di restare ad una festa,
se io non avessi una sorta di matassa di problemi mentali non dovrei nascondere niente ai miei ne tantomeno al resto della società, e vivessi una vita da brava figlia, ragazza, moglie,madre.
una vita senza pensare, cazzo.
no, io non potevo essere perfetta.io non posso essere perfetta.non sarei IO.
Ma non mi lamento piu di tutto questo, le mie sono solo semplici e calme e mature osservazioni su quello che pare essere la mia vita in questi tempi.
Ed è inutile che mi torturo per essere cosi.
Ho smesso tre anni fa di torturarmi e vantarmi per essere cosi diversa, ci ho messo piu di 6 anni a capire che non posso scappare da quella che sono e che io non cambiero mai quindi è meglio imparare a convivere pacificamente con questa specie di mostriciattolo che sono.
A me va bene cosi.

Ma mi sta sulle palle quando le ragazzine a cui la vita ha baciato il sedere mi osservano dall'altra perte della strada e ringraziano il loro signore di non essere come me.
Perche mia cara ragazzina a cui la vita ha baciato il culo,
io sono quella che se la osservi bene, ti fa rendere conto di quanto fortunata sia la tua vita.
Quindi non pregare di non essere come me.
Tu non lo sei gia,
e lo sai grazie a me.



e m scuso per la volgarità.



4 agosto 2010

Ho smesso di correre perche mi sono rotta un dito.

Reduce da una settimana poco lucida, stamattina mi son presa una pausa da tutto lo schifo chimico che di solito infetta la mia mente.
Ieri giornata di cibo e di cibo vomitato, una ricaduta...
pazienza, non posso essere sempre un dio.
Vorrei poter descrivere qualche sensazione in piu, ma risulterebbe tutto troppo patetico.
Intano ieri sera sono arrivata a ciò che mi dava pensiero da giorni :
fare sesso con il 19 enne , sveltamente, sui sedili posteriori di una macchina nascosta dalle fronde di una specie di salice piangente in piena campagna.
Sesso veloce, sesso salutario, quel sesso con cui l'amore non ha niente a che fare.
L'idea dell'amore è tutto un inganno.
Arrivata oramai alla conclusione che la mia persona e la mia mente non si plasmano proprio a quello che è il concetto di anima gemella.E stavolta non mi dico "pazienza" , ma potrei metterci la mano sopra e abituarmi a lasciare da sola la mia mela a metà.

D'altronde che altro si puo ottenere da una semitossica isterico-bulimica?



30 luglio 2010

NEEDS TO



Spegneretutto,
Vedere il buio per un po.
Riscoprire il sapore del dolore del sangue che scorre fuori dalle vene.
Droga.Dove cazzo è la droga.
Digiuno.
Tintabionda.
Una sana scopata.
Una sana scopata con una donna.
Caos.
Lavoro.
Un film degno di questo nome.
Birra.
Digiuno.
Cancellare le ossessioni.
Silenzio in questa casa.
Berlino.
Berlino.
Berlino.
Un gatto.
Terzo tatuaggio.
Decimo e undicesimo piercing(possibilmente lingua-ombelico).
Soffocare la morsa allo stomaco.
Elettronica a palle nelle orecchie.
10kg fa.
Digiuno.




Qualunquecosadiqualunquenaturachemisdevilamentedaquestamente.


29 luglio 2010

anoressica mentale.

resistere ad un attrazione quasi spontanea,
non è nella mia persona.
tornata single dopo una mail di confessioni e Lui che ha chiuso i ponti con me.
almeno la lontananza aiutera a stare bene in un futuro.

banalissima consolazione:
alcool o droga?

ma perche non un po di sano masochismo, dico io?

















nel frattempo continuo a correre 50 minuti al giorni e
a sentirmi un anoressica mentale.








27 luglio 2010

resoconto di una giornata di mezza estate.

sveglia ore 08.45
lavo il viso: occhi sono panda.
lavo il viso, occhi ancora piu pieni. rinuncio. oggi lavoro con gli occhiali da sole.
polvere bianca per la spinta post colazione.

ore 13,40
casa.dormo.mangio.
studio quel che c'è di chimica farmaceutica.
è estate ma si studia.

ore18.50
corsa di un oretta e mezza alla luce del crepuscolo con "popcorn" sparato nelle orecchie e il cuore che mi batte in gola e il fianco che grida aiuto.
doccia.
polvere bruna per la spinta del post cena.

ore 23.00
litigata con ragazzo a distanza.
esco.

ore 03.13
scrivo su internet di un attrazione improvvisa e forte con un 19enne e innocente.
peccato che non sia il mio ragazzo.
peccato che sia fidanzata.
peccato che ero fatta, perche non ricordo piu il sapore della sua lingua.


















in tutto cio oggi, i mostri alimentari non si sono fatti vivi.
uno a zero per mariana.

25 luglio 2010

blog:tentativo numero 2.



ripresa di un discorso interrotto anni fa,
tra studio e traslochi e gente e paranoie
abbandonato a se stesso e ai dca.
bisogno di un paio di compagnie
e perche no,
egoismo di voler che tutti leggano cio che sono.