Qui mi sembra che l'unica persona, fra noi due, che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni, sono sempre io, la stessa persona che poi, prima o poi, ti menerà.

8 agosto 2010

ragazza imperfetta, è il suo turno, prego.

Avevo scritto tutto un altro post, ma poi mi sono infervorata scrivendo.
pubblichiamo solo la nuova versione va:
resoconto di questi giorni:

mostri alimentari: questa settimana non so nemmeno chi siano.
tossicita: minimi storici.
casa: i miei non nutrono dubbi.
amore: no grazie,oggi neanche sesso.

tirando le somme: va bene.
oddio va cosi bene che quasi mi annoio.


come non detto,
mi è balenato in mente che stasera c'è un super festone tecno al giardino della villa di una mia amica.
e io sono l'ospite d'onore, ovvio.
vedete? io ci provo a fare la bella e brava ragazza, ma maledetto il mondo,
non mi si lascia in pace.
e io sono troppo debole per lottare contro il richiamo di un ambiente dove tutti i vizi di corpo e mente sono stramaledettamente facili da saziare.

Sarebbe tutto piu semplice se la mia vita fosse normale,
se io non fossi cosi pigra e avessi la media del 30,
se io non fossi una mezza bisessuale ma stessi con un ragazzo per sempre,
se io non fossi cosi egoista da perdere quasi tutte le persone che mi girano attorno,
se io non fossi bulimico-anoressico-echissachealtro e mangiassi senza problemi,
se io non fossi una tossica e la smettessi di passare meta delle mie giornate fatta,
se io non fossi un ex autolesionista e le mie braccia fossero intatte,
se io non fossi cosi incosciente da passare la notte con degli sconosciuti pur di restare ad una festa,
se io non avessi una sorta di matassa di problemi mentali non dovrei nascondere niente ai miei ne tantomeno al resto della società, e vivessi una vita da brava figlia, ragazza, moglie,madre.
una vita senza pensare, cazzo.
no, io non potevo essere perfetta.io non posso essere perfetta.non sarei IO.
Ma non mi lamento piu di tutto questo, le mie sono solo semplici e calme e mature osservazioni su quello che pare essere la mia vita in questi tempi.
Ed è inutile che mi torturo per essere cosi.
Ho smesso tre anni fa di torturarmi e vantarmi per essere cosi diversa, ci ho messo piu di 6 anni a capire che non posso scappare da quella che sono e che io non cambiero mai quindi è meglio imparare a convivere pacificamente con questa specie di mostriciattolo che sono.
A me va bene cosi.

Ma mi sta sulle palle quando le ragazzine a cui la vita ha baciato il sedere mi osservano dall'altra perte della strada e ringraziano il loro signore di non essere come me.
Perche mia cara ragazzina a cui la vita ha baciato il culo,
io sono quella che se la osservi bene, ti fa rendere conto di quanto fortunata sia la tua vita.
Quindi non pregare di non essere come me.
Tu non lo sei gia,
e lo sai grazie a me.



e m scuso per la volgarità.



4 commenti:

Hyoo ha detto...

se non fosse che sei spaventosamente simile a me...

KNIFE ha detto...

sarebbe una rottura di cazzo se tu (e tutti gli altri anche) fossi una persona così a posto.

mariana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fiamma e vortice. ha detto...

Interessante.