Qui mi sembra che l'unica persona, fra noi due, che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni, sono sempre io, la stessa persona che poi, prima o poi, ti menerà.

14 giugno 2012

Entra in uno studio.
Rispondi a decine di domande.
Ammetti di essere bulimica.
Osserva lo strano sorriso dei medici quando cercano di essere professionali.Fa finta di non notarlo.
Fatti pesare e trattieni le lacrime per quel 58.
Incassa i rimproveri, perche loro,lì,fanno sul serio.
Ascolta parole che gia conosci.
Lasciati guardare i denti.
Accetta regole,orari,visite,prelievi,appuntamenti.
Sii al centro di 4 persone che parlano di te come tu non ci fossi.
Esci dallo studio.
Scrivi su un fottuto quaderno
cosa
come
quando
quanto
dove
mangi/abbuffi/vomiti/digiuni.

6 commenti:

*giugiu-chan* ha detto...

Solo un grande in bocca al lupo.
Ti stringo forte =*

Tra cenere e terra ha detto...

Cerca il senso...


Ti abbraccio forte

g ha detto...

solo..
che ti capisco.

quello della guarigione è un atto di fede, cioè:
io ho fede nel fatto che alla fine di questa merda riuscirò a vedere le cose come stanno veramente, ho fede nel fatto che cambierà l'idea che ho di me, ho fede nel fatto che la mia vita sarà di nuovo tutta nelle mie mani.

Bad Hands ha detto...

certo che qua si batte una fiacca.. dove sei finita???

Kalipsous ha detto...

Mi manca tanto leggerti, son tornata qua dopo quasi un anno, e non trovare tuoi post mi ha intristita un po'.
Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Mariana dove sei?