Qui mi sembra che l'unica persona, fra noi due, che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni, sono sempre io, la stessa persona che poi, prima o poi, ti menerà.

8 marzo 2012

c'è sempre un problema.


succede che a un certo punto di una giornata qualunque mi chiama un amica lontanta per invitarmi alla sua festa di laurea.
e poi un'altro.
e un altra.

nel giro di 5 minuti mi ritrovo ad essere l'invitata piu ricercata dei laureandi della sapienza,
e passata un inziale felicita, rimango seduta a fissare il pc a vuoto e sentirmelo dentro, il vuoto.
misto ad un insoddisfazione viscerale per quello che faccio tutti i giorni.
e non riesco a fare a meno di paragonare loro a me.
loro che hanno iniziato a studiare con me,
loro che sono li ad una manciata di giorni dalla laurea,
ed io che se non arriva il 2013 non se ne fa niente.

all'inizio di questo corso, credevo di poter spaccare il mondo.
e lo spaccavo.
facevo parte dell'elite tutti trenta esami in paro.
poi successe qualcosa che non ho ancora ben capito.
e cio che non capisco è
se la mia super intelligenza è davvero superiore,
o se me lo sto solo immaginando.

io amo studiare.
vivrei in una libreria.
amo stare giorni e giorni sui libri e imparare.
amo la chimica, dal elettrone alle sar,
impazzisco per la fisica sub nucleare
e l odore asettico del laboratorio mi fa sentire , sembra sciocco , ma mi fa sentire pace.

le piastrelle bianche del biancone,
il rumore della centrifuga che mi fa compagnia,
la precisione fino al 4 numero dopo la virgola...
e pensare che nella vita di tutti i giorni faccio esplodere le stanze dal disordine.

ma forse non ci basta la passione.
non capisco.
e sono confusa ma per davvero.

e cosi mi ritrovo indietro ai miei coetanei,
percorro una strada che non è la mia,non del tutto.
e non capisco che cazzo sto facendo da 6 anni a questa parte.

4 commenti:

Kore De_Grado ha detto...

Credo che a volte si spezzi qualcosa dentro di noi.. un meccanismo banale, una cosa qualunque, non saprei, ma smette di funzionare.
Anche io un tempo ero una secchiona senza sforzi, ho vinto persino dei premi, figurati.
Ed oggi ho paura di tutto, anche presentare un qualunque stronzo testo per qualche concorso letterario mi crea il panico (e quindi non lo faccio).
Studierei sempre, adoro i libri e mi sento veramente a casa mia nelle biblioteche, praticamente come te.
Ma ci deve essere qualcosa di rotto in quelli come me.
Quella della superintelligenza è una tara immensa; se ci avessero ripetuto di essere mediocri oggi ci sentiremmo molto al di sopra della media umana e universitaria.
Se ne vieni fuori prima di me, please send me some help!
Baci

ps Adoro sempre ciò che scrivi.

L. ha detto...

Ehi, credo k hai perso la strada...hai perso te stessa e sei bloccata lì, o almeno avanzi a fatica. Però è anche vero che ognuno ha i suoi tempi e se i tuoi sono più lunghi non significa che nn raggiungerai quel traguardo. Se è davvero quello che vuoi ci arriverai, con i tuoi tempi. Ma credo anke ke prima ritrovi te stessa prima i problemi diminuiranno. Dai ke sei forte! Un bacione

Bad Hands ha detto...

la passione è il 90% cara mariana... quindi sei già fortunata. ma per fare il bingo serve il 100% e quello ce lo puoi mettere solo tu, che probabilmente lo hai...

SufferWell ha detto...

accidenti... stessa situazione. e stessa domanda :(